• La Talassemia

    La Talassemia è una grave anemia di origine genetica che si può manifestare quando due genitori sono entrambi microcitemici ossia portatori sani del difetto genetico. Per sopravvivere gli ammalati di talassemia devono sottoporsi in media ogni quindici-venti giorni a trasfusioni di sangue.

    Leggi di più

  • A.V.L.T.

    L’Associazione rodigina ha cambiato il suo nome in “Associazione veneta per la lotta alla talassemia” nel 1983, quando, ormai, con le nuove terapie, moltissimi bambini talassemici erano diventati ragazzi e giovani. Infine, il 5 maggio 1996, l’Assemblea dell’Associazione ha approvato un nuovo Statuto e ha chiesto l’iscrizione al registro regionale veneto delle associazioni di volontariato.

    Leggi di più

Annunci e news

   

 

Il finanziamento della ricerca scientifica da parte dell'AVLT

ha raggiunto, al 31 dicembre 2014, la somma di € 1.594.758,79

 

L'AVLT non utilizza più il conto corrente bancario.

Qualsiasi versamento a favore dell'Associazione va effettuato

sul conto corrente postale n. 11235454

(20 febbraio 2015)

 

 

Accordo di collaborazione tra Wellcome Trust (UK), Rare Partners e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara su un progetto sostenuto da AVLT

Ferrara, Gennaio 2015


La società Rare Partners e il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell'Università di Ferrara sono stati selezionati per ricevere fondi per indagare su strategie terapeutiche innovative finalizzate al miglioramento della qualità della vita nella talassemia. Wellcome Trust, una fondazione di beneficenza dedicata al sostegno di ricerche nel campo della salute umana e animale si trova nel Regno Unito, finanzierà uno studio sulla caratterizzazione di molecole in grado di indurre emoglobina fetale (HbF) in modelli preclinici e di predire la risposta terapeutica.

La ricerca presso l'Università di Ferrara sarà condotta dal gruppo di Roberto Gambari, professore di Biochimica Applicata, insieme a numerosi collaboratori che da più di 15 anni lavorano in questo settore, da sempre sostenuti  dall’AVLT. La società Rare Partners sta collaborando con l'Università e AVLT dal febbraio 2011.

Il trattamento terapeutico della beta-talassemia può essere considerato un importante fabbisogno terapeutico, poiché la talassemia è tuttora una malattia senza un adeguato trattamento. In confronto a pochi anni fa, la sopravvivenza è aumentata in molti paesi, anche in pazienti che necessitano di trasfusioni, ma la qualità della vita è tuttora scarsa per molti pazienti e le complicanze causate dalle frequenti trasfusioni sono un problema importante.

ll concetto del miglioramento della qualità della vita e della sopravvivenza attraverso l’aumento di HbF trova un diffuso parere favorevole, ma questa strategia è tuttora  di limitata applicazione pratica per la mancanza di farmaci e di strategie pre-cliniche in grado di selezionare i pazienti più appropriati sui quali iniziare un trattamento basato sull’induzione di emoglobina fetale.

Questo progetto ha lo scopo di promuovere il trasferimento delle conoscenze e dei risultati preclinici all’applicazione clinica in un tempo relativamente breve. Tra i diversi farmaci potenzialmente utili per il trattamento della talassemia, il team concentrerà l'attenzione sulle molecole che potrebbero essere testate in breve in studi clinici.

Il progetto avrà una durata di 12 mesi e sarà coordinato dal professor Roberto Gambari per il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie e da Marco Prosdocimi, ManagingDirector di Rare Partners.    

 

Per prevenire la talassemia

 

conosci la MICROCITEMIA (vai) (vai)

 

CENTRO MICROCITEMIA DI ROVIGO

 

 

 

(vai)


Chiunque, se maggiorene, può farsi socio dell'AVLT

 

versando la quota di 15 euro

 

sul c/c postale 11235454


 

AIUTA CONCRETAMENTE LA FAMIGLIA

 

DELLA PICCOLA BEA

(vedi)  (leggi)

 

Thalamoss

 

 

 

UN IMPORTANTE PROGETTO EUROPEO

 

 

 

COORDINATO DAL PROF. ROBERTO GAMBARI

(leggi)

 

Domenica 26 agosto 2012, il quotidiano "la Repubblica" ha pubblicato la seguente lettera del Presidente dell'AVLT:

Alla fine degli anni Ottanta/inizio anni Novanta, gli ammalati di talassemia, che per sopravvivere devono sottoporsi per tutta la vita a frequentissime trasfusioni di sangue, subirono quasi tutti una pericolosa complicanza  per la somministrazione di sangue infetto. Colpevolmente, la sanità pubblica italiana non aveva saputo prevenire quel drammatico evento con gli adeguati controlli preventivi.
Ora il Governo, dopo un'estenuante trattativa con le Associazioni degli ammalati, ricorrendo a una applicazione restrittiva (cinque anni, anziché dieci) delle norme sulla prescrizione, vuole negare a quei pazienti un doveroso risarcimento per il danno subito.
Per evitare una così clamorosa ingiustizia, serve un ripensamento di chi ha fissato quel termine di prescrizione.


PROF. STEFANO RIVELLA

 

 

 

NUOVO VETTORE E TEST PREDITTIVO DI TERAPIA GENICA

(vedi)

 

 

 

Leggi, nella "Rubrica", gli articoli dedicati a

FONDAZIONE CARIPARO (vai) e TELETHON (vai)

 

Contribuisci con il 5x1000!

Il codice fiscale di A.V.L.T. è 80009850290

Puoi versare il tuo contributo volontario sul c/c postale 11235454 tramite bollettino postale o tramite bonifico bancario utilizzando il codice IBAN IT44Z0760112200000011235454.

Il contributo volontario può essere dedotto nella dichiarazione dei redditi, ai sensi dell'art. 14 della legge 14 maggio 2005 n. 80.

Newsletter

Newsletter